HOME PRODOTTI CONTATTI
LOGIN
dettagli catalogo preventivo modulo ordine

 


Assi paralleli versione oscillatore: cenni sul dimensionamento

Nella scelta del tipo di oscillatore occorre considerare che, mentre per la funzionalità e velocità della macchina automatica può essere utile massimizzare i tempi di sosta e minimizzare i tempi di spostamento, l'allungamento del tempo dedicato allo spostamento contribuisce a diminuire le vibrazioni elastiche ed i carichi inerziali, poiché il movimento diviene più dolce, in altre parole con accelerazioni e velocità inferiori. I momenti torcenti dovuti alle forze di inerzia sono, infatti, direttamente proporzionali al quadrato del numero di cicli eseguiti nell'unità di tempo e inversamente proporzionali al quadrato dell'angolo di spostamento. La soluzione ottimale risiede quindi in un compromesso tra tempo di spostamento e tempo di pausa.

Il calcolo del momento torcente applicato all'albero di uscita diventa essenziale per essere in grado di scegliere correttamente l'interasse (I) del gruppo. Aumentando l'interasse esso può sopportare momenti torcenti maggiori sull'albero di uscita. Il momento torcente applicabile all'albero di uscita si divide in momento torcente statico (Ms) e dinamico (Mu). Il primo è una costante del meccanismo, mentre il secondo è una funzione decrescente del numero di cicli, a causa dell'intervento delle forze di inerzia.





ITC045 VSS
ITC065 VSS
ITC080 VSS
ITC080 PA VSS
ITC080 SC VSS
ITC080 AL VSS
ITC105 VSS
ITC105 PA VSS
ITC105 SC VSS
ITC130 VSS
ITC045 VSL
ITC065 VSL
ITC080 VSL
ITC080 AL VSL
ITC105 VSL
ITC130 VSL

ITC080ALVSS DOWNLOAD